e-commerce

L’e-commerce è il primo, ma ancora attuale, modello di business per guadagnare soldi online.

e-commerce

E-commerce: l'evoluzione digitale dei negozi tradizionali

Chi non ha mai pensato almeno una volta di vendere i propri prodotti online? I negozi tradizionali stanno attraversando un momento decisamente complicato a causa della presenza massiccia online di un’offerta economica, affidabile, comoda e veloce. L’evoluzione digitale però viene spesso sottovalutata: ci si affida sempre più frequentemente al “cugino che tanto è bravo e me lo fa lui“, per poi scoprire di aver buttato via tempo, soldi, e il proprio brand… troppo tardi! Raccogliamo in queste pagine i consigli dei migliori esperti del settore al fine da far luce sugli aspetti meno conosciuti dell’e-commerce italiano e internazionale.

E-commerce: la strada per il tuo successo

Si fa presto a dire e-commerce, ma la strada per il successo non è così scontata. I tuoi competitor sono rappresentati da multinazionali miliardarie e la riuscita di un e-commerce dipende dalla pianificazione dettagliata del modello di business che si intende adottare.

Mettere online un sito web con un carrello della spesa e attendere che le vendite inizino a materializzarsi è la cosa più sbagliata che si possa fare. Con oltre 20 anni di esperienza, ti posso garantire che la maggior parte delle aziende si limita a questo e i motivi sono per lo più di natura economica o di mancanza di fiducia nelle nuove tecnologie. 

Quanto costa un e-commerce

Sfatiamo subito il mito degli e-commerce funzionanti a basso costo: non esistono, e di seguito voglio spiegarti il perché. Per funzionanti intendo che vendano regolarmente e che, detratti i costi, siano in grado di produrre un utile.

L’avvio di un negozio tradizionale richiede un investimento almeno 20.000€. Oltrepassiamo i 100.000€ per i negozi con un minimo di magazzino. Non parliamo dei produttori (in generale) che possono dover investire anche milioni di euro prima di vedere i primi guadagni. Cosa ti fa pensare che online dovrebbe essere diverso?  Come puoi pensare che un e-commerce da 500€ possa dare i risultati stellari di cui spesso si sente parlare? Sono soltanto bufale! La rete ha raggiunto un livello strutturale tale per cui una semplice presenza online non è più sufficiente a generare un utile da progetto.

Allora quanto costa un e-commerce? Questa domanda non ha un’unica risposta. Un e-commerce professionale non è mai un pacchetto pronto. Il suo costo può essere anche molto elevato se sommiamo sviluppo, visibilità e fidelizzazione. Tutto dipende dalla nicchia di mercato che intendi affrontare, ma non disperare: i corretti investimenti possono davvero portare a risultati stellari. Vediamo insieme come.

Gli elementi essenziali per un e-commerce di successo

Dando per scontato che il tuo prodotto non sia una truffa e che possa realmente essere apprezzato dai tuoi Clienti, il successo di un e-commerce oggi risiede SEMPRE nella presenza di due elementi fondamentali, che purtroppo determinano anche le due maggiori voci di spesa:

  1. La visibilità
  2. La fidelizzazione dei Clienti

Non pensare al colore, ai fronzoli, alle stelline, a quanto è bello lo sfondo. Per vendere online non serve nulla di tutto questo. Se hai sviluppato correttamente i due elementi fondamentali di cui sopra, il tuo e-commerce sarà certamente un successo.

La visibilità è la benzina del tuo e-commerce

La visibilità è il primo fattore determinante. Non si pensa a lei fino a quando non si ricercano le cause dell’insuccesso. La visibilità è la benzina del tuo e-commerce. La differenza tra avere 1.000.000 di potenziali clienti o averne solo 10 immagino non richieda grosse spiegazioni. Può essere ottenuta in modo organico tramite la creazione di contenuti, oppure tramite campagne pubblicitarie a pagamento sui motori di ricerca e sui social network. In entrambi i casi, più l’investimento sarà elevato e più benzina darai al tuo e-commerce.

Fidelizza i tuoi Clienti e diventerai un riferimento

La fidelizzazione dei clienti è il secondo fattore determinante affinché lo sforzo di acquisizione non sia finalizzato ad un unico acquisto ma possa generare un aumento esponenziale delle vendite nel tempo. L’e-commerce veramente profittevole deve sempre permettere il riacquisto a meno ché il tuo prodotto “mono-vendita” non consenta dei margini importanti.

Dovrai mettere in atto tutte le strategie possibili per legare i tuoi clienti al tuo business. Devi diventare un punto di riferimento in rete per la tua nicchia di mercato affinché i clienti tornino sempre da te per ottenere qualcosa di gratuito: un prodotto, un’analisi, una guida, un aiuto, un contatto per la vendita di un proprio prodotto o servizio (magari creato con l’oggetto del tuo e-commerce)…

Crea una community, offri qualcosa di tangibile: delle guide pratiche, uno spazio gratuito dove i tuoi clienti possano promuovere le proprie attività, puoi gestire un forum tecnico dove i possono scambiarsi idee e consigli sull’utilizzo dei tuoi prodotti… Trova il modo di far guadagnare il tuo cliente e lui ti sarà sempre fedele.

Business plan: da previsione a scienza esatta

Il business plan serve a valutare la fattibilità di un progetto, a pianificare le operazioni da effettuare ma anche a verificare il lavoro svolto. L’ipotesi iniziale (il più accurata possibile) deve infatti sostituirsi ai dati reali e sarà la guida per le azioni da compiere durante tutta la vita di un e-commerce a partire dalla sua progettualità iniziale.

Torna su
Translate »